sabato 30 luglio 2016

Bali: un'isola che ti entra nel cuore - LeTUEfoto

Il viaggio di Ilenia e Candido a BALI, il posto più bello mai visto fino ad ora nei loro viaggi.


Bali_La natura dell'isola
La natura dell'isola lascia poco spazio alle parole



Bali_il tempio sul lago
A Bali ci sono migliaia di templi. Tra i più belli, quello sul lago, a nord dell'isola


Bali_una dona balinese
Una donna, come tutti i balinesi fanno ogni giorno, prepara un omaggio da donare alle divinità




sabato 6 giugno 2015

#WERUNMILANO: vedere Milano da un nuovo punto di vista

L’emozione è grande:  è la mia prima 10 km ufficiale.  Prima di oggi, solo 1 volta ho provato a raggiungere questa distanza ma è stato quasi 2 mesi fa…. E in pista ero da sola, nel mio parchetto vicino a casa, dove ormai da 9 mesi cerco di correre con costanza.

werunmilano
In piazza Gae Aulenti , dove è stato allestito il village, ci dicono che siamo in 7000 (!) e il colore arancione delle nostre bellissime magliette Nike predomina sul  grigio acciaio dei grattacieli ultramoderni intorno alla fontana.

Ci sono 30 gradi e inizia il riscaldamento pre-gara. Sto in disparte per paura che quel tipo di riscaldamento mi faccia crollare prima della partenza e attendo il raduno dei vari gruppi, organizzati per colore, secondo gli obiettivi di tempo di percorrenza che ognuno di noi si è dato quando ha ritirato il pacco gara.

Io faccio parte del gruppo Verde, conto cioè di finire la mia gara in 60 minuti… Obiettivo audace!!

Ci avviciniamo a poco a poco alla linea di partenza, in piazza XXV Aprile.

Nel gruppo c’è già chi fa programmi sui tempi di percorrenza: “facciamo i primi km tenendo  una media di 6’, 6’e 10’’ e poi scattiamo sugli ultimi...”  Io mi chiedo se riuscirò a correre per tutta la gara senza mai fermarmi, e per il momento è questo il mio obiettivo…

Aspettiamo più di mezz’ora prima di avere il via, sono da poco passate le 20.30.
Lo spettacolo di inizio è bellissimo.. luci in cielo e tantissimi coriandoli bianchi che mi sfiorano quando varco la linea e il sensore d-tag allacciato alla scarpa inizia a tracciare i miei tempi di corsa.

Siamo davvero in tante e riuscire a correre nei primi km è già di per sè un’impresa….I dubbi che avevo sul trovare il percorso sono all’istante cancellati: impossibile perdersi con così tanta gente!

Dopo i primi due km qualcuno rallenta il passo, c’è chi chiede acqua ma c’è sempre qualcuno che incita ad andare avanti.

Lungo il percorso, nella strada, tanta gente che fa il tifo e applaude…  In via Palestro una banda di ragazzi dello staff viene contromano verso di noi allietandoci con della musica….e  tutto ciò mi sembra bellissimo.

Arriviamo in San Babila ed entriamo in Vittorio Emanuele. La vista del Duomo in corsa mi emoziona tantissimo… Mai vista Milano da questo punto di vista!!  E poi Via Dante e arriviamo al Castello.

Ho percorso i miei primi 5 km, sto viaggiando ad una buona media ma sono completamente arsa, ho una sete pazzesca ma c’è finalmente il primo punto di “ristoro”. L’attesa per avere un bicchiere d’acqua sembra infinita, ma saranno passati solo 15 secondi che con l’adrenalina in corpo sembrano un tempo lunghissimo.

La pausa acqua è devastante, sembra che l’energia mi sia calata e cerco disperatamente nella folla la “lepre”… Il consiglio del mio esperto era questo: “quando perdi il passo individua la lepre e seguila”...

Qui  non vedo lepri, o meglio, sono tutte lepri che vanno velocissime e non riesco ad individuare quella che possa andar bene per me!
Continuo così  da sola, seguendo il ritmo del mio cuore e della musica che ho nelle orecchie, senza la quale non potrei  correre.

Passiamo l’Arco della pace ed entriamo in Arena e di nuovo lo spettacolo è davvero emozionante.  Vorrei tanto immortalare questi momenti ma l’applicazione che sta girando sul mio telefono che mi tiene i tempi di corsa potrebbe andare in tilt se passo ad un’altra funzione… 

Mi godo quindi lo spettacolo sperando che in qualche modo riuscirò a condividere con le parole quello che non potrò trasmettere con un immagine.

6, 7, 8km….  Bosco Verticale, Palazzo della Ragione… ed in lontananza finalmente si intravede la torre di Unicredit…  Sì.. ma mancano due kilometri, due lunghissimi kilometri e sono stanchissima.

Ho promesso a me stessa che non mi sarei mai fermata e non voglio farlo, voglio arrivare al traguardo correndo, devo farcela, VOGLIO farcela.

Finalmente il cartello dei 9 km, ne manca solo 1 e sarà il kilometro più faticoso, non riesco più a guardarmi intorno e cerco solo l’ARRIVO.

Dai, dai, dai… le voci dalla strada sostengono sempre di più…

Giungo  finalmente ad un arco luminoso e scopro da voci che quello è l’Arrivo… ma di scritte ARRIVO non c’è nessuna traccia.. Ho sempre pensato che le gare, le corse avessero un cartello di inizio ed uno di fine, ma mi sbagliavo.. o meglio.. il cartello c’era ma era un pallone gonfiabile che evidentemente non ha retto per tutta la durata della gara… (ci avrò messo troppo?.. in effetti….)

Peccato, questo l’unico punto dolente della corsa.


Ce l’ho fatta!! E’ stata una bellissima esperienza, ed ho già voglia di rifarla!

venerdì 27 febbraio 2015

Milano EXPO 2015: a passeggio sui tetti della Galleria Vittorio Emanuele II

Milano Galleria Vittorio Emanuele IIDopo 150 anni dall'inizio dei lavori di realizzazione della Galleria Vittorio Emanuele II, iniziati nel 1865 ad opera dell'Architetto Mengoni (e che durarono 12 anni), si sta per completare la sua grandiosa opera con il restauro e la prossima apertura di un passaggio che si potrà percorrere sui tetti della Galleria stessa, da Piazza Duomo a Piazza della Scala.

I lavori di restauro ed adattamento della passerella, già esistente sul tetto della Galleria, permetteranno infatti, da APRILE 2015, l'apertura al pubblico di un itinerario turistico che percorrerà i colmi del tetto per ben 250 metri lineari, permettendo di ammirare 
dall'alto la città, i dettagli architettonici della maestosa Cupola e della Galleria e l'imponenza del Duomo.

L'accesso sarà possibile tramite due ascensori veloci posti all'interno del cortile di Via Silvio Pellico, 2, adiacente a Piazza Duomo. L'orario iniziale di apertura sarà dalle 7 del mattino alle 23 di sera, permettendo quindi di osservare la Galleria dall'alba al tramonto. L'inaugurazione verrà fatta nel mese di Aprile, prima dell'inaugurazione di Expo Milano 2015.



Alcuni numeri della Galleria
Milano Galleria Vittorio Emanuele II 3 - i giri su se stessi che si devono fare sulle cosiddette "palle del toro" del mosaico rappresentante lo stemma di Torino
4 - i continenti rappresentati in affresco sulle lunette dei quattro archi dell'Ottagono (Africa, Asia, Europa e America)
14,5 - i metri di larghezza della Galleria
32 - i metri dell'altezza della Galleria
47 - i metri di altezza dell'apice della cupola Centrale (Ottagono)
105 - i metri di lunghezza del braccio più corto, che collega via Foscolo a via Pellico
196 - i metri di lunghezza del braccio più lungo della galleria
353 - le tonnellate di ferro utilizzate per l'ossatura della copertura


Alcune tradizioni
Milano Galleria Vittorio Emanuele II La tradizione afferma che ruotare su se stessi per 3 volte, stando col tallone del piede destro piantato in corrispondenza dei genitali del toro ritratto a mosaico entro lo stemma della città di Torino sul pavimento dell'Ottagono della galleria, porti fortuna. Questo rito scaramantico, ripetuto centinaia di volte al giorno dai passanti e soprattutto dai turisti, usura velocemente l'immagine del toro (creando un foro nel pavimento a mosaico) che deve essere ripristinata frequentemente.
In realtà l'antica tradizione milanese prevedeva di strisciare il piede sullo stemma soltanto la notte del 31 dicembre a mezzanotte.


Milano Galleria Vittorio Emanuele II
Tutti gli esercizi commerciali aventi le vetrine aperte sulla galleria devono avere rigorosamente le insegne delle vetrine uniformi, con scritte oro su fondo nero.









mercoledì 28 gennaio 2015

Singapore: una città dalle mille anime - LeTUEfoto

Modernità e trazione. Crocevia di culture, con la comunità indiana e quella cinese. Templi, mercatini, negozi di lusso. Singapore è questo: una città dalle mille anime

Il viaggio di Ilenia e Candido


Singapore_Sri Mariamman
Sri Mariamman, il più antico tempio indù della città, nella China Town

Singapore_Marina Bay
Marina Bay, il distretto più nuovo e moderno della città. Qui si trova uno dei più famosi hotel del mondo: il Marina Bay Sands, con enorme piscina sul tetto

Singapore_Little India
Little India, una città nella città, zona completamente diversa dal resto, dove tutto è più moderno e lussuoso



domenica 11 gennaio 2015

Il Giappone di Chiara - leTUEfoto

E' difficilissimo scegliere solo 3 immagini per rappresentare un viaggio.. soprattutto quando si tratta di mete importanti come il Giappone.

Chiara, è stata particolarmente colpita dai luoghi che potete vedere sotto e tra mille foto scattate, ha scelto queste 3 immagini per farcelo conoscere: 




Giappone Kyoto foresta di Bambù
"La foresta di Bambù", nel quartiere di Arashiyama, nella città di Kyoto


Giappone Kyoto Santuario Fushimi Inari Taisha
Il Santuario di Fushimi Inari Taisha, col famosissimo sentiero dei tori rossi per raggiungere la vetta - Città di Kyoto


Giappone Tokyo
La capitale Tokyo, by night


venerdì 2 gennaio 2015

Il mio posto magico

"Di un posto non godi solo delle bellezze che detiene, ma anche delle risposte che dà alle tue domande"
(Italo Calvino, Le città invisibili)

....qui trovo tutte le risposte...sempre!





mercoledì 8 ottobre 2014

Wildlife Photographer of the Year

A Milano, in questi giorni, è possibile vedere la bellissima mostra fotografica WILDLIFE PHOTOGRAPHER OF THE YEAR,  che presenta le 100 immagini premiate al concorso di fotografia naturalistica, indetto dal Natural History Museum con il Bbc Wildlife Magazine.

L'esposizione coglie la bellezza del nostro pianeta, regalando un raro sguardo sugli aspetti più intriganti e spettacolari della natura. Immagini mozzafiato catturate grazie alla pazienza e all'abilità dei fotografi ma anche importante documentazione sui luoghi della terra che sono in costante evoluzione, al fine di preservarne la ricchezza e la diversità. 

MUSEO MINGUZZI via Palermo, 11  Milano
- 2014
 

Alcune immagini che mi hanno particolarmente colpito:

Wildlife Photographer of the year

Wildlife Photographer of the year

Wildlife Photographer of the year

Wildlife Photographer of the year

Wildlife Photographer of the year

Wildlife Photographer of the year


Wildlife Photographer of the year

Wildlife phtotographer of the year 2014



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...